Federica Panicucci: “Lasciate stare Al Bano!”


Chi ha seguito l’altro giorno la puntata di Mattino Cinque con Federica Panicucci, saprà sicuramente della sfuriata di Al Bano riguardante la fine della sua storia con Loredana Lecciso.
Proprio ieri, la conduttrice ha fornito maggiori dettagli sulla questione, dichiarando che Carrisi è molto risentito e non vuole che se ne parli più:

“Al Bano è soprattutto preoccupato per i suoi figli perché sentono, vedono, leggono, vanno a scuola e si confrontano con gli altri compagni. Afferma di temere per loro, per quello che possono provare psicologicamente. Oltre a tutto questo chiede che non se ne parli più, chiede quanto meno che si parli di lui soltanto come cantante e che il resto non venga più raccontato. Mi ha pregato di dire… che deve tutelare i suoi figli, la sua vita privata e non vorrebbe più che si parlasse di tutta questa questione. È molto arrabbiato. Ha definito questa situazione assurda e squallida. Chiede che non se ne parli più. Quando gli ho sottolineato che lui stesso, rilasciando quell’intervista, ha fatto sì che ci fosse un proseguo in tutto questo lui mi ha risposto che l’ha rilasciata per mettere un freno, per mettere un punto alle voci che si stavano rincorrendo in quei giorni”.

Perché molti italiani hanno votato il M5S? – la risposta di Luigi Di Maio


Come è emerso dalle elezioni dello scorso marzo, il Movimento 5 Stelle è riuscito a conquistare almeno il 30% dei voti, anche se poi si sono rivelati insufficienti per la creazione di un nuovo governo. Certo è che molti italiani hanno votato per questo partito e c’è chi ovviamente si chiede il perché di tale esito.

A dare maggiori spiegazioni sull’esito è stato proprio Luigi Di Maio, il quale ha lasciato la seguente dichiarazione:
“La portata di questo voto è immensa e segna uno spartiacque con tutto quello che è venuto prima. Forse ancora non ne apprezziamo del tutto l’importanza, soprattutto per quanto inciderà sugli anni a venire. Ma una cosa è sicura. Da qui non si torna più indietro. Ho detto in ogni città dove sono stato in campagna elettorale che il governo per noi si sarebbe potuto fare in base a convergenze sui temi ed è la linea che intendo portare avanti in totale trasparenza di fronte ai cittadini e al capo dello Stato. Tutte le forze politiche devono manifestare responsabilità in tal senso”.

Ed ha aggiunto: “Il voto ha ormai perso ogni connotazione ideologica. I cittadini non hanno votato per appartenenza o per simpatia, hanno votato per mettere al centro i temi che vivono nella propria quotidianità e per migliorare la propria qualità di vita. La disoccupazione non può continuare a dilagare!”

La libertà spiegata attraverso la filosofia!


Che definizione dareste al termine libertà?
Molto probabilmente direste che una persona libera è priva di vincoli, di radici e di regole da rispettare ma in realtà è molto di più. E’ un concetto che può essere interpretato in molteplici modi, toccando diverse discipline e una di queste è sicuramente la filosofia.

Alcuni studiosi di questa materia hanno formulato teorie interessanti sulla libertà… come ad esempio Osho, maestro spirituale indiano conosciuto in tutto il mondo il quale ha affermato: “L’uomo libero è come una nuvola bianca. Una nuvola bianca è un mistero; si lascia trasportare dal vento, non resiste, non lotta, e si libra al di sopra di ogni cosa. Tutte le dimensioni e tutte le direzioni le appartengono. Le nuvole bianche non hanno una provenienza precisa e non hanno una meta; il loro semplice essere in questo momento è perfezione“.

Una metafora che fa riflettere moltissimo. E su questa tematica non si può non citare anche l’immenso Mahatma Gandhi, che ha sempre portato avanti una filosofia basata sulla non violenza, tolleranza e libertà: “Non esiste una libertà lenta. La libertà è come una nascita. Finché non siamo pienamente liberi, siamo schiavi. Si nasce tutto in un momento”.

E per voi cos’è la libertà?

Nadia Rinaldi è di nuovo sull’isola!


Avete notato che da più di una settimana Nadia Rinaldi sia tornata sull’Isola dei Famosi o meglio nell’Isola che non c’è?
Ormai si sa che in ogni edizione si ha voglia di creare suspance. In questo caso, la cara Nadia è stata ripescata attraverso un televoto che la farà restare lì insieme ad un’altra persona (sempre decisa dal pubblico).
Ma perché è di nuovo lì?

Lo ha voluto spiegare in un video-messaggio a Pomeriggio Cinque, il programma condotto da Barbara d’Urso. Ecco cosa ha detto:
“Sono davvero felicissima di tornare in gioco, anche perché a dire la verità ho dei conti in sospeso con alcuni concorrenti. Ma affronterò tutto come sempre con la serenità e il sorriso sulle labbra, che mi appartiene e mi fa compagnia da sempre. So che molti di voi mi vogliono bene, ringrazio tutti gli amici di Pomeriggio Cinque ed in particolar modo Barbara che è sempre nel mio cuore e che mi ha conosciuta davvero, anche per quanto riguarda la mia storia personale e tutte le vicende che ho dovuto affrontare e che sono riuscita a superare da sola”.

Al momento la Rinaldi sembra resistere sull’Isola che non c’è. Riuscirà ad arrivare fino alla fine del gioco?

Lodovica Comello è alla ricerca di autori per il suo nuovo pezzo!


Lodovica
Comello, ha soltanto 27 anni ma sembra aver fatto già tanta strada: lei è un’artista a tutto tondo perché sa ballare, recitare, cantare e presentare. L’abbiamo vista lo scorso anno anche al Festival di Sanremo e ora è alla ricerca di autori per il suo nuovo pezzo.
Ne ha parlato in un’intervista a Tgcom24:

“In questi anni ho ricevuto nella mia casella di posta mail di autori che mi proponevano pezzi. E così insieme al mio staff abbiamo pensato di creare questo tipo di contenuto che coinvolga queste persone. Oltretutto la cosa coincide con la dirittura d’arrivo della scrittura del mio nuovo disco. Così abbiamo lanciato la call to action pochi giorni fa e sono arrivate moltissime adesioni. Fino al 18 di marzo raccoglieremo il materiale e poi inizieremo ad ascoltare e selezionare. La fase di produzione del pezzo spetterà al producer che se ne occuperà. Ma ovviamente terremo conto degli spunti degli autori. Dopo aver selezionato le cose che più ci piaceranno incontreremo di persona questi autori per farci spiegare la genesi della loro idea. In realtà non ci poniamo limiti, se ci capitasse una canzone fatta e finita che ci stende, prenderemmo quella. Però al momento molti hanno mandato solo un testo, altri solo una melodia. Quindi tutto dipenderà dal materiale arrivato”.

Quanto guadagna un istruttore zumba?

Nato negli anni ’90, lo Zumba è un tipo di fitness che aiuta a tonificare i muscoli e a dimagrire, grazie a dei movimenti dati dall’aerobica e dai balli caraibici/latino americani. Sempre più donne scelgono di iscriversi a zumba perché oltre ad ottenere risultati fisici, si divertono e fanno nuove conoscenze.
Chi guida il tutto è l’istruttore, il quale si impegna ad insegnare le varie coreografie. Ma vi siete mai chiesti quanto guadagnano?

Di certo non fanno tutto questo per la gloria ma vengono retribuiti a seconda delle ore di lezione: infatti chiunque si iscrive ad una palestra per un corso di zumba paga una somma che ovviamente non va tutta all’istruttore. Solitamente egli percepisce dalle 7 alle 15 euro l’ora. Inoltre, questa categoria viene considerata esentasse, fino ad un incasso annuo di 7000 euro.
E se avete mai sognato di ricoprire questo ruolo, beh sappiate che non ci vuole chissà che cosa: basta aver compiuto la maggiore età ed aver frequentato un corso per diventare insegnante. Inizialmente, si riceve un riconoscimento base, ma se si vuol continuare per questa strada, è possibile avanzare di livello. In questo modo, si potrà insegnare non solo in piccole palestre ma anche in strutture conosciute a livello nazionale.

Gattuso difende il Milan: “è ancora una grande squadra!”

I bei tempi degli scudetti e delle Champions League per il Milan sembrano soltanto dei dolci ricordi. E’ da qualche anno infatti, che la squadra sembra non raggiungere grandi risultati, un po’ per colpa degli allenatori e un po’ per i giocatori stessi.
Nonostante il Milan non stia brillando in questo campionato, non ha bisogno di nuovi giocatori. O almeno, questo secondo Rino Gattuso, attuale direttore tecnico. Subito dopo una recente partita ha dichiarato:

“I ragazzi hanno lavorato bene in ferie e stanno lavorando bene a Milanello, sono molto contento per come sono arrivati. Ma io non avevo dubbi. Dal 2018 mi aspetto voglia, passione e desiderio di dare qualcosa in più. Perché abbiamo la possibilità di fare qualcosa in più, soprattutto se continueremo a migliorare nei singoli. Ora ci aspettano undici partite in un mese e mezzo? Pensiamo gara per gara, la rosa è ampia e l’obiettivo è dare fiducia a coloro che offrono continuità nelle prestazioni. La sosta ci ha fatto bene anche mentalmente, perché abbiamo staccato con la testa. I ragazzi sono tornati con la voglia giusta e tante aspettative. La scelta di non fare mercato in entrata poggia su basi ben chiare. È stata fatta perché crediamo tutti fortemente in questa rosa.”

Gigi D’Alessio: “Io e Anna stiamo ancora insieme!”

Tutti i giornali di gossip hanno recentemente parlato della rottura tra Anna Tatangelo e Gigi d’Alessio. Sembrava una notizia vera, dopo aver visto foto della cantante sulla neve da sola con il figlio ed il giorno del suo compleanno. Tra l’altro proprio su Instagram aveva scritto che salutava l’anno vecchio e tutte le persone che non facevano più parte della sua vita.
Parlava di rinascita, di nuovi inizi e secondo molta gente faceva riferimento alla sua relazione ormai giunta al capolinea con il caro Gigi.

Ma inaspettatamente lui ha smentito il tutto. Ospite a Verissimo, il programma condotto da Silvia Toffanin, il cantante ha parlato della sua magnifica carriera, dei suoi concerti, dei suoi singoli che hanno fatto successo anche all’estero e… della sua vita sentimentale.
Ecco cosa ha detto: “In tutte le case può succedere che si litighi o si discuta e magari uno dica: stiamo un attimo distanti, per cercare anche di capire. Io e Anna siamo insieme da 12 anni, non da un giorno. A me fanno male tutte queste cattiverie che le addossano. Non è vero assolutamente nulla. Sono le crisi che possono succedere a tutti. Stiamo bene. La verità è che a volte, stare un po’ distanti fa bene all’amore”.

“E’ anche colpa delle donne!” – Rivelazione shock di Brigitte Bardot

Ormai il tema molestie sta spopolando anche nel mondo dello spettacolo e del cinema e sono tante le vip che hanno dichiarato di aver ricevuto avances o addirittura di essere state molestate da registi di una certa importanza.
Nulla giustifica una violenza verso una donna, ma c’è chi pensa che quest’ultima sia in parte responsabile. Ed è il caso di Brigitte Bardot, la quale ha dichiarato di non essere mai stata molestata e che molte donne fanno le “gatte morte” per ottenere successo.

Ha detto così: “Io, nella mia carriera, non sono mai stata abusata o molestata, come si usa dire oggi ma, molte volte, ho ricevuto frasi che riguardavano la mia bellezza, il mio corpo, il mio bel sedere ma questo non mi ha mai sconvolto. Sono molte le attrici che fanno le gatte con i produttori al fine di acchiappare una scrittura in un film, poi, per fare parlare di sé, dicono di essere state molestate. E qui non mi riferisco alle donne in generale ma proprio alle attrici che sono disposte e disponibili alle avance degli uomini che hanno in mano il loro futuro professionale. Denunciare alcune “molestie” è una cosa ipocrita, ridicola e senza interesse. Occupa il posto di temi più importanti che potrebbero essere discussi. In realtà piuttosto che giovargli, tutto questo finisce per nuocere loro.”

Il Jobs Act: cosa ne pensa Matteo Renzi?

Con l’espressione Jobs Act si fa riferimento ad una riforma del diritto del lavoro (chiaramente in Italia). Essa è stata introdotta nel 2014, durante il governo Renzi, il quale ha la facoltà di modificarla o addirittura di eliminarla.

La possibilità che il Renzi e il suo Pd possano tornare a governare il nostro Paese non è affatto da escludere e proprio per questo, in un recente incontro politico, il segretario Matteo Renzi ha voluto rinfrescare un po’ il concetto, aggiungendo alcune sue impressioni legate ai cambiamenti che si son verificati da quel momento ad ora.
Ecco alcune sue parole: “Il Jobs Act ha dato una spinta alla ripartenza, tuttavia non è sufficiente. Prima di noi la situazione era di vera emergenza: Berlusconi e la Lega ci hanno portato a un passo dalla bancarotta. Non so come possa Berlusconi negare la realtà dei fatti. Non ho mai detto che è un pericolo per la democrazia ma dal 2008 al 2011 con il governo di Berlusconi e della Lega l’Italia ha vissuto una crisi devastante. Il milione di posti di lavoro promessi da lui, li abbiamo realizzati noi. Berlusconi alla prova del governo ha fallito”.

Cosa accadrà in vista delle elezioni il prossimo mese? Non ci resta che attendere!